PORTALE.IT - Il web portal per l'Italia


Per tornare alle schede dei viaggi clicca qui

 

SARDEGNA - Isole Maddalena e Caprera

DOVE ANDARE

IL PAESE DE LA MADDALENA
Si arriva al porto che da' su piazza Comando, spianata adorna di palme. Da qui partono il Lungomare (via Amendola) con il mercatino africano. Parallela scorre la centrale via Garibaldi, fitta di negozietti colorati. Da essa si giunge nella grande piazza - anch'essa dedicata al Giuseppe nazionale - e si prosegue sulla destra passando di fronte alla chiesa per finire in via Vittorio Emanuele e poi in Cala Gavetta, il bel porticciolo.

SPIAGGE
Inutile dire che il mare è ovunque splendido ma per trovare le spiagge dovreste procurarvi una pianta (alla Biblioteca dell'Isola, in via V. Emanuele o in piazza Comando): altrimenti rischiate di perdervi per le strade de La Maddalena e Capraia. Per raggiungere le spiagge potete prendere la corriera. Se non avete auto o moto, la corriera e' comodissima. Offre due percorsi: il primo per Case Ornano con giro delle spiagge maddalenine; il secondo per la Casa di Garibaldi a Caprera e ritorno a Nido d'Aquila, sulla costa occidentale de La Maddalena. In paese le fermate principali sono in piazza Comando - sul mare - e alla Colonna Garibaldi. Gli orari sono esposti presso quasi tutti i negozi. I biglietti si comprano a bordo.
Chi ha buone gambe puo' noleggiare una mountain bike in via Amendola. Attenzione: la Maddalena e' irta di salite e Caprera ha solo pochi metri di strada asfaltata.
Le spiagge piu' belle de La Maddalena sono quelle che seguono e meritano tutte almeno una visita.
SPALMATORE - Sabbia fina. Affollata in agosto.
MONTI D'A RENA - Sabbia grossa. Un posto comodo e ventilato. Consigliata
BASSA TRINITA - A 400 mt dal capolinea della corriera per Case Ornano, la seconda baia.
PORTO MASSIMO - Bellissima la Cala Lunga.
GIARDINELLI - Andare a Moneta e girare a sinistra, poi seguire le indicazioni per Giardinelli e "Testa di Polpo". Una serie di baiette assolutamente imperdibili, specialmente la "Testa".
PUNTA TEGGE - Una piccola spiaggia e comodi scogli piatti.

Le migliori di Caprera:
SPIAGGIA DEL RELITTO - A Caprera, all'estremo sud (nell'isola Rossa, che poi è una penisola). Raggiungibile solo in auto, moto o mountain bike dopo alcuni chilometri di sterrato. Ne vale la pena. Sulla riva, da anni troneggia il relitto di una caboniera. CALA GARIBALDI - A Caprera, a destra dopo il ponte della Moneta. E' la spiaggia vicina al Club Med. Per i meno avventurosi.
"TAHITI" - Raggiungibile solo via mare o dall'assai scosceso e faticoso sentiero di Caprera. Nota anche col nome di Cala Coticcio.
CALA BRIGANTINA - A Caprera. Dal mare o - con non poca difficoltà - da terra.
I DUE MARI - Andando alla Spiaggia del Relitto si passa per questo sottile istmo tra Caprera e l'isola Rossa.

Se andate a Giardinelli, Cala Brigantina, Tahiti o ai Due Mari portatevi acqua e cibi, non c'e' possibilita' di acquistarne nelle vicinanze della spiaggia.

Annunci Google




Viaggio - Dove Andare
Viaggio - Dove dormire

DOVE DORMIRE

Camere: Villa Marina (tel. 0789.738340, molto gentili); Garibaldi (tel. 0789.737314); Il Gabbiano (0789.722507); La Conchiglia (0789.728090); Nido d'Aquila (0789.722130, sul mare, in localita' omonima); Cala Lunga (0789.734033, sul mare, a Porto Massimo).
I campeggi sono tutti fuori dal paese, raggiungibili anche con la corriera. A Moneta ci sono Il Sole (0789.727727) e La Maddalena (0789.728051). A nord: Abbattoggia (0789.739173).
L'ufficio locale per informazioni turistiche e' in via Nizza (tel. 0789.736655)

Il clima è tipicamente mediterraneo con estati calde ed inverni miti. La temperatura media annua è di 18 gradi. Scarsa la pioggia, appena 350 mm annui, per il vento costante che tiene il cielo libero dalle nuvole. Della sua origine vulcanica Pantelleria mostra segni evidenti: la Grande Caldera, il cui bordo circonda tutta l’isola, la Montagna Grande (dagli Arabi chiamata Sciaghibir) e le 40 alture delle Kùddie, antichi crateri. Poi le Favare, getti di vapore acqueo ad alte temperature espulse fragorosamente dalle rocce, quindi il Bagno Asciutto e le Stufe, in pratica grotte naturali con emissione di aria calda utilizzate per curare i dolori articolari. Poi le sorgenti termali, chiamate Caldarelle, che sgorgano in vari punti dell’isola e che raggiungono qualche volta la temperatura di 70 gradi.

DOVE MANGIARE

Tra e ristoranti e pizzerie de La Maddalena consigliamo: Cala Gavetta (sul porticciolo, un po' cari ma bravi); La Grotta (via Porto di Napoli); L'Aragosta (via Amendola); L'Avventura (lungomare); Il Giardino del Mare (via Dandolo, vic. P..zza Comando, si mangia molto bene); La Terrazza (all'inizio di via Garibaldi, molto buono); Il Brigantino (all'angolo tra piazza Comando e il lungomare, buona la pizza della Lanterna); Caprera (un po' lenti, le cameriere vanno sollecitate); Garden (via Garibaldi); Liò (via V. Emanuele: è un'enoteca ma fanno anche primi); Mistral (Cala Gavetta; per mangiare all'americana); Il Galeone (di fronte alla Colonna Garibaldi).
Se volete risparmiare: Metro' (sulla scalinata tra piazza Comando e via Garibaldi: fast food con menù economici); Poldo (via Garibaldi, panini); La Rosticceria di Cala Gavetta (sempre aperta, da provare la scodella di patate arrosto!).

Per il gelato: Lo Scoglietto (Cala Gavetta e via V. Emanuele, assaggiate il gusto alla torta di mele.).

Viaggio - Dove Mangiare

DA NON PERDERE

Oltre alle spiagge e Caprera, l'isola di Garibaldi, collegata a La Maddalena dal ponte presso la Moneta, ci sono due gite da non mancare: 1) Le altre isole dell'arcipelago
Spargi: disabitata e selvaggia. A Est dell'isola de La Maddalena.
Budelli: la splendida isola della Spiaggia Rosa, a 6 miglia marine da Cala Gavetta. Abitata dalla sola famiglia del custode. Vietato lo sbarco.
Razzoli, perduta sulle bocche di Bonifacio.
S. Maria, con la spiaggia più grande dell'arcipelago. Isola abitata solo da alcune famiglie in estate, tra cui quella da Roberto Benigni (almeno così dicono alcuni maddalenini).
S. Stefano, davanti al paese de La Maddalena. Sede della base sommergibilistica USA.
Diversi isolotti, tra cui Corcelli, La Presa, Barettini, Piana, Spargiotto.
Le isole sono visitabili anche con le barche che partono dal molo sulla passeggiata di via Amendola. In genere la gita prevede soste a Spargi (Cala Corsara), Budelli e Razzoli (le piscine naturali di Porto Madonna) e S. Maria. La bellezza del mare è commovente. Costo a persona: 40.000 o 50.000 lire, a seconda del numero di soste.
Chi volesse fare escursioni sulla costa sarda, avra' l'imbarazzo della scelta: le navi fanno la spola tra La Maddalena e Palau senza fermarsi mai. Una compagnia offre persino il servizio notturno con partenza dai moli su via Amendola.

2) La Casa di Garibaldi
L'Eroe dei Due Mondi visse a Caprera per molti anni, vi morì e ancora oggi vi riposa. Un personaggio irripetibile, amatissimo dagli abitanti dell'arcipelago. La casa è uno dei musei più visitati di Italia. Costo dell'ingresso: solo 4.000 lire. Orario di chiusura: fino alle 17 martedì, giovedì e sabato; fino alle 13.30 gli altri giorni. Ci si arriva anche con la corriera per Caprera. Immancabile.

Viaggio - Da non perdere
Viaggio - Link

GUIDE E LINKS

Tutte le informazioni sul parco:
www.lamaddalena.com

Scheda del parco (parchi-online):
http://www.cts.it/parchionline/pnmaddal/indice.htm

Scheda del parco (parks.it):
http://www.parks.it/parco.nazionale.arcip.maddalena

Traghetti per la Maddalena:
http://www.traghetti.com/

Per ulteriori informazioni e impressioni di viaggio scrivere a:
Lorenzo B


Per tornare alle schede dei viaggi clicca qui

 
SNDS Socialandsearch sagl === P.I.: CHE-133.103.044
Ar@n informatica - Arezzo (ITALY) VAT code: IT-01492320518
Vietata qualsiasi riproduzione dei contenuti del sito
 
Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie di profilazione.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy       Autorizzo